Come capire quando un neonato ha fame
16 luglio 2019  //  Consigli di Benessere, Curiosità  //  Nessun Commento   //   202 Views

Per non farsi cogliere impreparati

Ci sono bambini che piangono tanto e altri che lo fanno pochissimo. Soprattutto se si è genitori per la prima volta non è facile comprendere quando le lacrime sono una richiesta di cibo. Il dubbio che il piccolo non sia sazio o che ci siano invece altri problemi può però attanagliare mamma e papà, in una fase dove il pargolo emette pochi suoni, oltre a piangere o ridere. Quindi, come capire quando un neonato ha fame? Non è una scienza esatta, ma in linea di massima ci sono dei dettagli a cui prestare attenzione per comprendere le richieste del piccolo.

I quattro indizi

È importante sottolineare come le lacrime siano un segnale tardivo di fame, e il bambino che viene allattato solo quando ha raggiunto lo stadio del pianto è ormai stressato e spesso i suoi movimenti sono scoordinati. Questa condizione lo porta a non poppare bene. Se quindi ci si sta interrogando su come capire quando un neonato ha fame bisogna avere chiaro in testa che il pianto non è l’indizio chiave.

> Scopri anche quando preoccuparsi se il bambino piange!

I segnali principali che indicano il senso di fame nel bimbo, e il bisogno di essere attaccato al seno, sono principalmente quattro.
Il primo di questi è una sorta di schiocco della lingua sul palato, che quindi si può sia osservare che ascoltare; il secondo si presenta invece quando il bambino inizia a cercare il seno girando la testa di qua e di là. Il terzo segnale a cui fare attenzione è quando il piccolo inizia a cercarsi la manina o il suo polso: anche questo è importante per capire quando un neonato ha fame.

Il quarto, e ultimo, indizio è infine il più ovvio, quello a cui tutti pensano: quando il bambino inizia a piangere. Si dovrebbero però cercare di evitare le crisi di pianto, in quanto il piccolo ne esce spesso scosso e non è in grado di controllarle bene. Il fatto che il bambino scoppi in lacrime comporta poi un altro aspetto negativo: siccome a quel punto sarà stanco, si sazierà del primo latte che scende e, stremato, si addormenterà. Finirà quindi per non assorbirne il giusto quantitativo.

I segnali cambiano

Come capire quando un neonato ha fame è ora chiaro, ma i consigli finora enunciati possono variare a seconda dell’età dei piccoli. Man mano che questi crescono le loro abitudini e movimenti iniziano infatti a variare. Quando per esempio è già iniziato lo svezzamento, può succedere che il bambino, senza piangere o strillare, non finisca tutta la pappa. Non c’è bisogno di preoccuparsi: basta continuare lo svezzamento passo dopo passo e completare i pasti con il latte.

Leave a reply