Celiachia nel bambino: come riconoscerla
17 Dicembre 2019  //  Benessere intestinale, Cura del bambino  //  Nessun Commento   //   223 Views

Cos’è la celiachia e quali sono i sintomi nei bambini

La celiachia è una malattia del sistema immunitario a causa della quale i soggetti colpiti non possono ingerire il glutine, una proteina presente nei cereali come frumento, orzo, segale, kamut e farro. In Italia ne soffrono circa 200.000 persone, ma il disturbo è ancora sotto-diagnosticato, soprattutto nei bambini.

È molto importante riconoscere velocemente la celiachia nei primi anni di vita, per evitare non solo una sofferenza inutile, ma anche l’insorgere di gravi problemi in futuro. La diagnosi si basa su due esami, ovvero un prelievo del sangue seguito dalla biopsia di un campione di mucosa intestinale.

Una volta confermata la presenza di celiachia, basterà seguire una dieta priva di glutine per godere di una piena salute. Soprattutto nel caso in cui la malattia colpisca un bambino, è bene non affidarsi al fai-da-te ma lasciarsi consigliare da un nutrizionista, in modo da seguire una dieta corretta e completa.

 

>Scopri qualche consiglio per fornire un’alimentazione sana ai bambini

Come riconoscere la celiachia nei bambini

I sintomi che permettono di riconoscere la celiachia si presentano già nel periodo dello svezzamento (tra i 6 e i 24 mesi), ovvero non appena si introducono nella dieta del bambino alimenti composti da cereali. I sintomi più facili da osservare sono quelli legati all’apparato gastrointestinale, come diarrea, vomito e gonfiore addominale. Tuttavia, la celiachia è una malattia complessa, che può comportare un numero altissimo di disagi generici e non sempre facili da ricondurre a questa patologia. Tra i tanti, si ricordano il mal di testa, una crescita più lenta del dovuto, disturbi dell’apprendimento, apatia e nervosismo.

Purtroppo, se non si riconosce velocemente la celiachia, le conseguenze possono essere gravi, come l’insorgenza in età adulta di osteopenia e osteoporosi. Per questo motivo, è molto importante rivolgersi ad un pediatra competente, soprattutto se in famiglia ci sono già casi di celiaci o se il bambino soffre di altre malattie come il morbo di Crohn, la sindrome di Turner o la malattia di Williams.

Leave a reply