Coccolare il bambino durante la gravidanza: alcuni pratici consigli
24 Marzo 2020  //  Consigli di Benessere, Cura del bambino  //  Nessun Commento   //   41 Views

Anche se non sembra, il periodo della gravidanza è centrale nella creazione di un rapporto fra la mamma e il bambino: il piccolo infatti sente le emozioni, registra le voci e prova lui stesso delle sensazioni in linea con l’ambiente che lo circonda.

Stimolarlo lo aiuta a conoscere un po’ di più la realtà che lo aspetta e le coccole sono senza dubbio lo strumento principale per farlo sentire amato e aspettato dai genitori. Fatte nel modo giusto favoriscono il relax del piccolo e ne alimentano la curiosità, tanto che potrebbe rispondere alle attenzioni.

Capiamo insieme come coccolare il bambino nella pancia, sia con i metodi più classici sia con quelli più alternativi.

All’aperto: i benefici naturali della passeggiata

Stare in mezzo alla natura e passeggiare sono due metodi semplici, ma molto efficaci, per prendersi cura del bambino nella pancia: il dondolìo dei nostri passi, infatti, lo cullerà in maniera molto dolce e, allo stesso tempo, stare all’aria aperta rilasserà sia le mamme che i nascituri.

Non dimentichiamo che durante i mesi della gravidanza si diventa più sensibili ed emotive, a causa dei cambiamenti ormonali, che ci espongono a un’altalena di emozioni. Ma dobbiamo essere consapevoli che uno stress sul lavoro, ad esempio, è percepito anche dai piccoli, per questo un’altra piccola coccola per entrambi sta nel mantenere il più possibile la tranquillità.

Anche quando non si cammina, un modo per coccolare il bambino è respirare profondamente, mantenendo sempre lo stesso ritmo, magari muovendo la mano sul pancione e accarezzandolo; questo semplice gesto farà sentire al piccolo la presenza e l’amore dei genitori e dei fratellini. Attraverso il tatto è possibile anche giocare con lui, dando dei piccoli colpetti sulla pancia a cui, dopo un po’ di tempo, risponderà con qualche calcetto.

L’amore di tutta la famiglia fra le mura domestiche

Sedersi nella propria casa e parlare con bambino è un modo per farlo sentire partecipe della famiglia: imparerà presto a riconoscere la voce di mamma, papà, fratelli e sorelle e saprà distinguerla anche dopo la nascita.

Anche la musica è utilissima per le coccole: far ascoltare al piccolo brani rilassanti, di musica classica o della nostra playlist preferita, avrà un effetto calmante e positivo su di lui, che apprezzerà anche il relax della mamma.

>Scopri quando il bambino inizia a riconoscere mamma e papà

“Coccole” gustose e movimentate

Chi ha detto che un bambino deve solo riposare? La felicità della mamma ne aiuta la salute, quindi ben vengano corsi di ballo o di yoga, sempre su consiglio del proprio medico: la gioia della mamma e quella del bambino sono una cosa sola.

Anche il cibo rappresenta una coccola per il nascituro: il cioccolato, in particolare, porta a benefici sia nell’umore che nella crescita del bambino, ma va dosato con precisione. Stimolando il suo palato gli si faranno assaporare gusti per lui nuovi e divertenti.

E ancora, come coccolare il bambino nella pancia? Fra le attenzioni più amate c’è senza dubbio il riposo: dopo una giornata rilassarsi e dormire è d’aiuto a madre e figlio, per recuperare le energie. L’ideale sarebbe addormentarsi dopo aver bevuto qualcosa di caldo e naturale, magari cantando una ninnananna o sognando un po’ ad occhi aperti.

Leave a reply