Come fare il primo bagnetto ad un neonato
30 aprile 2019  //  Consigli di Benessere, Curiosità  //  Nessun Commento   //   155 Views

Un momento speciale che riunisce la famiglia

Nonostante sia il desiderio di tantissime coppie, non si è mai veramente pronti alla nascita di un figlio. Dopo il parto in ospedale, arrivano infatti il primo ingresso in casa e la routine di tutti i giorni. Spesso però non ci si sente all’altezza o non si sa bene come affrontare anche gli aspetti più semplici.

Una delle cose da imparare è come fare il primo bagnetto ad un neonato. All’inizio l’imbarazzo sarà notevole, ma sarà bene considerare, fin da subito, questo momento come un’occasione di condivisione con i genitori; facendolo sempre alla stessa ora diventerà inoltre un piacevole rito a cui il bimbo non potrà rinunciare.

L’incognita del cordone ombelicale

Una delle prime domande che mamma e papà si pongono è se il bagnetto possa essere fatto prima della caduta del cordone ombelicale. Ebbene, non è necessario aspettare la perdita del moncone, basta asciugarlo bene subito dopo il bagno, senza usare disinfettanti, e avvolgerlo poi con una garza asciutta e sterile facendo molta attenzione alla base del cordone, dove si possono raccogliere le secrezioni.

> Scopri anche come effettuare i lavaggi nasali ai neonati!

Ora è il momento di capire come fare il primo bagnetto ad un neonato, partendo dal luogo. Non occorre lavarlo dentro la vasca o in doccia: nei primi tempi sarà così piccolo che basterà una bacinella. Se in bagno è troppo freddo o c’è corrente, spostarsi in camera da letto o in salotto può essere una buona idea, purché la bacinella sia ben stabile. L’importante è che la temperatura sia superiore ai 20°C.

Preparare tutto l’occorrente

Se qualcuno ha ancora dubbi su come fare il primo bagnetto ad un neonato, si consiglia di procedere per step. Prima di iniziare questa operazione occorre assicurarsi di avere tutto il necessario: una superficie dove adagiare il piccolo, il sapone, il cotone idrofilo o le salviette per pulirgli il sederino, un pannolino pulito, le garze e la rete per fasciare la cicatrice del moncone, la soluzione fisiologica e i vestitini nuovi.

È ora il momento del bagnetto vero e proprio: bisogna immergere il bambino dolcemente e gradualmente nell’acqua, lasciando la testa fuori. Il bebè si sostiene sotto la nuca e si utilizza l’altra mano per insaponarlo. È possibile che il piccolo, almeno le prime volte, pianga: meglio calmarlo parlandogli tranquillamente. Non c’è bisogno di spugne ad hoc, in quanto per fare il primo bagnetto ad un neonato è meglio usare la mano della mamma o del papà. Inoltre, è sufficiente un solo prodotto detergente non schiumogeno, con pH neutro o leggermente acido

Leave a reply