Correggere la vista di notte con le lenti giuste
12 marzo 2019  //  Benessere vista  //  Nessun Commento   //   157 Views

Per chi non vuole sottoporsi ad interventi chirurgici

Nonostante i progressi della tecnologia, chi soffre di difetti alla vista quali miopia, astigmatismo e presbiopia spesso preferisce non sottoporsi ad un intervento chirurgico per correggere questi problemi.

È allora l’ortocheratologia la tecnica che viene in soccorso a queste persone: nota anche come ortocheratologia notturna o orto-k – è una soluzione non chirurgica impiegata in ambito oculistico per la correzione dei difetti visivi. Il trattamento, in estrema sintesi, prevede l’applicazione programmata di particolari lenti a contatto notturne, dette lenti a contatto ortocheratologiche. Prima della loro adozione e del loro acquisto è importante consultare il proprio oculista per sapere se possono essere adatte al nostro specifico problema, per evitare eventuali effetti collaterali.

Senza problemi per l’intera giornata

Grazie alle lenti a contatto ortocheratologiche, la cornea viene temporaneamente modificata. Il principio di fondo è che con una delicata pressione si può ottenere il cambio della forma della cornea nella maniera desiderata, in modo che la luce cada esattamente al centro della retina, dove i coni si attivano per trasformare le immagini in stimoli elettrici riconosciuti dal nervo ottico e trasmessi al cervello.

È proprio l’appiattimento corneale che garantisce una visione buona per l’intera la giornata, durante la quale non serviranno più né occhiali né lenti a contatto. Solo dopo 25-30 ore si avrà una percezione della diminuzione della vista, in quanto questa tecnica non consente comunque di fare guarire in modo definitivo il difetto della vista.

Pur non essendo un rimedio a lungo termine, le lenti a contatto ortocheratologiche sono una valida alternativa per chi mal sopporta le classiche lenti diurne, magari per una maggiore sensibilità agli agenti esterni, o per chi non ama indossare gli occhiali da vista. Queste lenti possono essere usate anche dai più giovani, in quanto con l’ortocheratologia è possibile far sì che una miopia destinata ad aumentare peggiori il meno possibile.

Leave a reply