Lenti giornaliere oppure mensili? Dipende dalle proprie esigenze
31 luglio 2018  //  Benessere vista  //  Nessun Commento   //   210 Views

Differenze tra lenti a contatto giornaliere e mensili

Conoscere la differenza tra lenti a contatto giornaliere e mensili è molto importante per fare la scelta giusta a seconda delle proprie esigenze. Optare per una delle due tipologie non significa solo puntare su prodotti diversi, ma anche adottare comportamenti differenti. Ovviamente, è bene ricordarlo fin dall’inizio, è fondamentale confrontarsi sempre con il proprio specialista di fiducia, in grado di determinare con esattezza la soluzione migliore e ogni quanto cambiare questi dispositivi medici. Ma più in generale, quali sono le differenze tra lenti a contatto giornaliere e mensili?

Queste sono le due tipologie principali disponibili in commercio. La prima, in particolare, come si intuisce dal nome, si può indossare al mattino e va buttata via non appena tolta, se possibile, rispettando il limite orario consigliabile di 8 ore. La seconda, invece, si caratterizza per una durata maggiore, purché si seguano tutte le istruzioni e le indicazioni in merito.

I vantaggi delle due soluzioni

Dunque, più nel dettaglio, quali sono le differenze tra lenti a contatto giornaliere e mensili? Quelle quotidiane sono usa e getta: per questo motivo sono considerate molto comode, perché non necessitano di pulizia e, perciò, non occorre utilizzare né portare con sé soluzioni disinfettanti ad hoc per mantenerle sempre performanti. Ogni giorno si avrà così un paio di lenti nuove di zecca. Inoltre ci si libera dei porta lenti, perché contenute nel loro pratico blister. Proprio per questo, sono particolarmente indicate per chi pratica spesso sport.

Quelle mensili, invece, hanno una durata molto maggiore, ma è fondamentale prendersene cura con attenzione. Questa tipologia richiede infatti una disinfezione costante, per cui non bisogna trascurare mai le operazioni di pulizia.

Ecco dunque quali sono le maggiori differenze tra lenti a contatto giornaliere e mensili. Infine, un ultimo consiglio: chi vuole passare da una tipologia all’altra deve seguire i consigli e le prescrizioni da parte degli specialisti. Come in altri casi, anche in questo il parere del proprio oculista o ottico di fiducia è fondamentale per la salute dei propri occhi.

Leave a reply