Epifora: quando le lacrime bagnano il volto
25 giugno 2019  //  Benessere vista, Curiosità  //  Nessun Commento   //   220 Views

Una lacrimazione anomala

La lacrimazione dell’occhio è qualcosa di inevitabile, necessaria per una regolare pulizia e lubrificazione dell’organo e per la fuoriuscita delle polveri. Quando è eccessiva, però, può considerarsi un vero e proprio problema. In questi casi, infatti, si parla di epifora, uno stato anomalo che colpisce l’occhio o, meglio, il suo dotto lacrimale. Sono tanti i motivi che possono provocare questo fenomeno, ecco perché è utile sapere cos’è l’epifora e quali sono le sue cause scatenanti.

Le cause del fenomeno

Tra le ragioni più frequenti si ricordano il raffreddore, l’herpes all’occhio e la congiuntivite. Quando ci si chiede cos’è l’epifora e cosa la causa, poi, bisognerebbe anche prendere in considerazione le allergie.

Pollini, peli animali, ma anche polveri e inquinamento, infatti, possono contribuire all’irritazione dei dotti lacrimali, che sovrastimolati – magari anche dallo sfregamento manuale – possono produrre lacrime in eccesso, tanto da arrivare a bagnare anche guance e collo. Non si possono escludere, poi, alcune patologie alla base dell’epifora, come una conformazione particolare delle palpebre o il loro cattivo funzionamento.

> Scopri anche come proteggere gli occhi dalla luce di smartphone, tablet e pc!

Alcuni rimedi per stare meglio

Una volta a conoscenza di cos’è l’epifora, non resta che apprenderne i possibili rimedi. Non tutte le circostanze, infatti, richiedono un consulto specialistico, anche se un parere del medico è sempre raccomandato.

Quando lo stato di lacrimazione eccessiva è provocato dall’ingresso di un corpo estraneo, questo uscirà spontaneamente o, se pericoloso, dovrà essere rimosso da mani esperte. Nel caso di epifora legata a stati allergici, invece, sarà il caso di seguire una terapia antistaminica. Per le infezioni virali, invece, sarà indispensabile assumere gli antibiotici somministrati dal medico.

Negli stati più lievi – e non patologici – di infiammazione dell’occhio si può ricorrere anche a delle gocce oculari con principi attivi naturali. Quelle che contengono Camomilla e Fiordaliso, ad esempio, sono note per le loro capacità lenitive, idratanti e rinfrescanti.

Leave a reply