Giornata mondiale dell’infanzia 2017
20 novembre 2017  //  Consigli di Benessere  //  Nessun Commento   //   38 Views

Viaggio alla scoperta del mondo dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Dal cyberbullismo ai maltrattamenti, dalle dipendenze patologiche ai maltrattamenti, dal fenomeno dei bambini soldato allo sfruttamento minorile: sono gravi e numerose le minacce a cui sono tristemente esposti ogni giorno bimbi e adolescenti di tutto il mondo. Per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla portata di questi e altri fenomeni e mantenere alta l’attenzione di società e politica sulla protezione dei diritti dei minori, oggi, 20 novembre, si celebra la Giornata mondiale dell’infanzia 2017.

La Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

In questa giornata cade, infatti, un importante anniversario. Il 20 novembre 1989 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la “Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”. Si tratta di un documento di straordinaria importanza e rappresenta il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante in grado di riconoscere esplicitamente i bambini e gli adolescenti come titolari attivi dei propri diritti e di articolarne compiutamente i diritti economici, sociali, culturali, civili e politici. Ad oggi, sono oltre 190 i Paesi ad aver ratificato tale strumento. L’Italia lo ha fatto nel 1991 e nel 2011, per dare piena attuazione al patto, ha istituito l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.

La storia

Per arrivare a celebrare la Giornata mondiale dell’infanzia 2017 è stato necessario un lungo percorso storico. A partire dalla seconda metà del XIX secolo, in piena rivoluzione industriale, l’impiego di lavoro minorile nelle fabbriche e nelle miniere di tutta Europa incontrò un dissenso crescente da parte di settori sempre più ampi della società. Nel 1883, il governo della Gran Bretagna, primo tra i Paesi occidentali, decise di vietare il lavoro nelle fabbriche ai minori di nove anni. Successivamente, nella prima parte del ‘900, la comunità internazionale adottò i primi documenti volti a garantire la tutela dei diritti dei minori, senza tuttavia riuscire a renderli giuridicamente vincolanti, fino ad arrivare alla storica data del 20 novembre 1989.

Sebbene siano stati compiuti importanti passi avanti in questo senso, è fondamentale mantenere costantemente alta l’attenzione e vigilare con premura sull’effettivo riconoscimento dei diritti dei minori nella nostra società. Con questo obiettivo, la celebrazione della Giornata mondiale dell’infanzia 2017 attraverso eventi, mostre, incontri e dibattiti a livello nazionale e internazionale può rappresentare un’occasione importante per riscoprire l’importanza di questi diritti e accendere i fari sulle violazioni che si consumano silenziosamente ogni giorno nelle nostre città e nel mondo.

Articoli correlati

Leave a reply