I cibi per rinforzare la vista
30 gennaio 2018  //  Benessere vista, Consigli di Benessere  //  Nessun Commento   //   445 Views

Vitamina C e beta-carotene garantiscono la salute degli occhi

L’alimentazione è essenziale per un corpo sano, anche per quanto riguarda la salute degli occhi. Alcune buone abitudini a tavola, infatti, concorrono a diminuire il rischio di sviluppare malattie oculari, come la degenerazione maculare senile, il glaucoma o la cataratta. Ma, al di là delle carote, conosciute da tutti per le loro proprietà benefiche per gli occhi, quali sono i cibi per rinforzare la vista?

Per individuarli ci viene in aiuto la ricerca: sono stati identificati, infatti, una serie di nutrienti utili a questo scopo, come gli antiossidanti, la luteina e la zeaxantina, gli acidi grassi omega 3, lo zinco, il beta-carotene e le vitamine C, D ed E. Proprio per la loro grande quantità di vitamina C, uno dei cibi per rinforzare la vista per eccellenza è l’agrume che, con la sua azione di contrasto dei radicali liberi, aiuta a mantenere il nervo ottico in funzione. Ricche di luteina e zeaxantina, sostanze che proteggono le cellule della macula, sono invece le verdure a foglia verde, come cavolo e spinaci. Il beta-carotene, invece, si trova, oltre che nelle carote, anche nella zucca, nelle patate dolci e nei meloni. Insomma, tutta la frutta e verdura di colore giallo fa bene alla vista.

Migliorare la vista con pesce e frutta secca

Ma non è finita qui: altri cibi per rinforzare la vista sono quelli che contengono acidi grassi omega 3, come le uova e il pesce (preferibili il salmone, il tonno o le sardine). Sostanze importanti per gli occhi sono anche la vitamina E e gli antiossidanti contenuti nella frutta secca, soprattutto in noci e mandorle. Altri cibi amici della vista sono anche l’avocado, i frutti di bosco, la soia, il tè verde, il cioccolato fondente e il vino rosso.

Insomma, la salute degli occhi passa, oltre che per stili di vita corretti (come smettere di fumare e indossare gli occhiali da sole quando necessario) e le visite periodiche dall’oculista, anche per una dieta ad hoc.

Leave a reply