La differenza tra le lenti a contatto rigide e quelle morbide
15 gennaio 2019  //  Benessere vista, Consigli di Benessere  //  Nessun Commento   //   260 Views

La scelta delle lenti

Prima di indagare la differenza tra lenti a contatto rigide e morbide, è utile sottolineare come entrambe siano, se scelte con criterio, un’alternativa agli occhiali. Spesso preferite per questioni estetiche, le lenti a contatto garantiscono anche, per alcune persone, una maggiore comodità. Sono infatti meno ingombranti e meno invasive rispetto ai classici occhiali da vista e permettono, allo stesso tempo, di usufruire dei medesimi benefici. Insomma, pratiche, comode ed efficienti, le lenti a contatto consentono di risolvere i problemi della vista più fastidiosi. È bene, però, saperle scegliere consapevolmente.

Tipologie e vantaggi

Se si vogliono acquistare delle lenti correttive il più adatte possibile alle proprie esigenze è molto importante indagare prima la differenza tra lenti a contatto rigide e morbide. La variazione principale sta, come è facile immaginare, nella consistenze del materiale. Quelle rigide sono costituite principalmente da polimeri vetrosi e altri materiali come silicone e fluoropolimeri. Più difficili da applicare e rimuovere, sono però durevoli e maggiormente resistenti di quelle morbide e, in caso di difetti alla vista più accentuati, permettono una correzione maggiore. Ci sono anche lenti rigide composte da sostanze che non permettono all’ossigeno di traspirare dall’esterno all’interno dell’occhio, rallentando il processo di lacrimazione e, quindi, di lubrificazione. Questa tipologia, tra le prime ad essere immesse sul mercato, sta ora vedendo scemare la propria diffusione grazie alla vasta presenza in commercio di alternative più efficienti.

 
Le lenti a contatto morbide hanno invece vantaggi diversi: ampiamente gas-permeabili, idrofile, più malleabili e quindi più facilmente adattabili alla forma dell’occhio, vengono generalmente tollerate meglio di quelle rigide. Per questi motivi sono più indicate anche per essere indossate per tempi maggiormente lunghi e da chi pratica sport.

 
Tra gli svantaggi quello di non essere in grado di correggere difetti di visione più gravi e la facilità con cui si sporcano.

 
In ogni caso, anche quando si conosce bene la differenza tra lenti a contatto rigide e morbide e si è, dunque, in grado di sceglierle meglio, è indispensabile richiedere il parere del proprio oculista ed è bene ricordare sempre di curare entrambe le tipologie con una scrupolosa pulizia.

Leave a reply