La migliore dieta per l’estate? Include la frutta di stagione
27 giugno 2017  //  BENESSERE, Consigli di Benessere  //  Nessun Commento   //   193 Views

La frutta da gustare a giugno per un’alimentazione sana

Finalmente arriva l’estate, con le sue belle giornate di sole accompagnate dal classico clima caldo. Per affrontare al meglio il mare, la montagna o semplicemente l’ufficio, è bene seguire una dieta equilibrata. Per questo è necessario scegliere bene la frutta da gustare a giugno per un’alimentazione sana.

La frutta da gustare a giugno per un’alimentazione sana deve essere, ovviamente, di stagione. Le grandi protagoniste delle macedonie di questo mese sono le albicocche, dalla consistenza fragrante e dal sapore dolce, le migliori alleate per la tintarella in quanto ricche di vitamina B, C, PP, di carotenoidi e soprattutto di vitamina A, essenziali per la salute di pelle, capelli e unghie. Senza dimenticare l’alto contenuto di magnesio, ferro, calcio e potassio. Insieme alle albicocche, l’altro frutto must di stagione sono le ciliegie: diuretiche, leggermente lassative e ricche di antiossidanti naturali, utili per contrastare l’azione dei radicali liberi. Altri frutti golosi che maturano a giugno sono le more, i ribes, i lamponi e le fragoline di bosco. Ricche di principi nutrizionali, oltre ad avere buone quantità di antiossidanti, possiedono buoni livelli di vitamina C e A e sono consigliate anche per la salute dell’apparato circolatorio. Alla lista si aggiungono le pesche, un frutto dolce, carnoso e molto rinfrescante grazie all’abbondante quantità d’acqua contenuta al loro interno. I primi fichi dolci e gustosi sono ottimi contro il caldo ma sconsigliati ai diabetici, poiché molto ricchi di zuccheri. La lista della frutta da consumarsi a giugno, dunque, fa venire l’acquolina in bocca, oltre ad essere estremamente favorevole per la salute.

Tocchi “esotici” affiancano la frutta tradizionale

La frutta da gustare a giugno per un’alimentazione sana include anche i frutti “esotici”, come i meloni che non devono essere né troppo duri, né troppo molli. Il melone, ad esempio, anche se composto principalmente da acqua, contiene al suo interno diversi sali minerali, come il potassio, il calcio e il fosforo. A questi si aggiungono anche diverse vitamine, come la B1, B2 e B3, A e C. L’alimentazione estiva oltre che sana, sarà decisamente gustosa.

Leave a reply