Occhi gialli: cause e rimedi
28 Gennaio 2020  //  BENESSERE, Benessere vista  //  Nessun Commento   //   118 Views

Che cosa c’è dietro il fenomeno

Che cosa causa gli occhi gialli? Spesso è la manifestazione di una malattia epatica, con intensità diverse a seconda della gravità. Non si tratta, quindi, di un problema estetico, ma di un vero campanello d’allarme da non sottovalutare, perché potrebbe nascere da un’infezione lieve o da un’intossicazione più seria.

L’ittero (termine medico per indicare l’occhio giallo) va quindi tenuto sotto controllo. Alla sua comparsa, va contattato immediatamente il proprio medico di base che consiglierà quali visite specialistiche effettuare.

Vediamo insieme cosa c’è dietro gli occhi gialli e i rimedi maggiormente diffusi.

Le motivazioni più frequenti dell’ittero

Che cosa causa gli occhi gialli? Frequentemente il fenomeno è provocato dall’infezione al fegato, di differente entità. La colorazione gialla dei nostri occhi, così come quella della pelle, è infatti dovuta a una sostanza chiamata bilirubina, derivata dai globuli rossi, solitamente trattata dal fegato ed eliminata dal corpo in maniera naturale.

Quando questa si accumula per disturbi epatici si verifica l’ittero, una spia sia per infezioni lievi sia per malattie più gravi; la diagnosi è possibile solo dopo gli esami del sangue: in base a quelli e alla presenza di altri sintomi, come eccessiva stanchezza, dolori nelle zone di fegato e pancreas e perdita di peso, il medico valuterà la miglior terapia da seguire.

> Scopri anche i nostri consigli su occhi e diabete!

Quali sono i possibili rimedi per gli occhi gialli?

L’ittero è sintomo di altre malattie, perciò la sua scomparsa è legata alla cura della patologia scatenante. Alcune buone abitudini possono tuttavia prevenire i disturbi epatici e, di conseguenza, gli occhi gialli. Fra i comportamenti consigliati:

  • no a fumo, alcol e abuso di farmaci;
  • preferenza per una dieta povera di grassi e zuccheri, anche nelle stagioni fredde;
  • attività fisica;

Tra i possibili rimedi per gli occhi gialli c’è poi un metodo alternativo: l’agopuntura. Pare infatti che possa stimolare positivamente il fegato e il suo funzionamento.

Ad ogni modo, per non appesantire questo organo e mantenerne alta la funzionalità, un’alimentazione equilibrata resta la più grande alleata: meglio quindi evitare un consumo eccessivo di zuccheri, grassi e fritti, che potrebbero creare disturbi fastidiosi e, nel lungo periodo, dolorosi.

Fra gli amici del fegato un posto speciale è occupato dal pesce e dai piatti ricchi di Omega 3, ottimi antiossidanti. Con loro asparagi, angurie, broccoli, papaia e avocado, perfetti per favorire il corretto funzionamento dell’organo, così come i cibi amari che aiutano a depurare il fegato: carciofo, tarassaco e lattuga romana.

Altro aspetto da non sottovalutare è il consumo eccessivo di cibi troppo raffinati che rallentano la digestione, meglio privilegiare carboidrati complessi come pane e paste integrali, e cereali a basso indice glicemico come: avena, segale, mais, orzo e miglio.

Prevenire i disturbi epatici è importante, perché il fegato regola il nostro metabolismo. È bene quindi fare attenzione anche al proprio peso, dedicando qualche ora all’attività fisica, compresa quella più leggera come camminate, passeggiate in bicicletta, nuoto e corsa.

Leave a reply