Le paure nei bambini: come gestirle
3 Dicembre 2019  //  Cura del bambino  //  Nessun Commento   //   82 Views

Quali sono le paure dei bambini e come nascono

Dobbiamo innanzitutto fare una premessa importante: la paura è un meccanismo necessario alla sopravvivenza. Di conseguenza, il fatto che un bambino sperimenti dei timori nell’arco della crescita è del tutto naturale. Il genitore, di solito, non deve fare altro che accompagnare il proprio figlio alla scoperta delle emozioni e capire così come gestire le paura dei bambini con qualche piccolo accorgimento.

Gli adulti, generalmente, fanno più fatica ad accettare le paure che ritengono essere irrazionali, come quella per l’uomo nero o per i fantasmi, piuttosto che i timori dovuti a situazioni oggettive (ad esempio, la paura di ladri e malattie). Non dobbiamo scordare, però, che la dicotomia reale-irreale non è ancora stata sviluppata dai più piccoli, che vedono il mondo come del tutto animato.

Come aiutare il bambino a superare le paure

Per capire come gestire le paure dei bambini, dobbiamo per prima cosa fare in modo che sentano di potersi confidare con noi. Mai quindi minimizzare le sue preoccupazioni, quasi a dire che l’atteggiamento che mostra nei confronti di un ostacolo sia sbagliato. L’atteggiamento corretto, invece, è ascoltare davvero il piccolo, per capire quale siano le ragioni esatte per le quali è spaventato.

Una delle paure infantili che crea maggiori disagi ai genitori è sicuramente quella del buio, che spesso comporta vere e proprie lotte prima di andare a dormire da soli. Il nostro obiettivo, in questo caso, sarà riuscire a dimostrare al bambino che la camera da letto rimane sempre uguale, che sia illuminata o meno. Un trucco può essere utilizzare delle piccole lucine colorate di notte.

Un’altra idea è quella di raccontare prima della nanna delle storie in cui il buio appare come qualcosa di positivo e divertente, magari un luogo in cui possono avverarsi sogni e desideri. Le favole, in questi casi, sono utilissime nel far capire come gestire le paure nei bambini: basta raccontare le avventure di personaggi forti e coraggiosi per dar loro delle basi sulle quali lavorare in autonomia.

Come già detto, provare timori e preoccupazioni è del tutto normale e necessario alla crescita della persona. Ma, se dovessimo notare dei blocchi tali da rendere difficili le attività quotidiane e l’interazione con gli altri, diventa fondamentale l’intervento di uno specialista. Lo psicologo sarà disponibile a dare i giusti consigli e aiutare il nostro bambino ad affrontare con sicurezza i suoi limiti.

>Scopri anche perché è importante leggere ai bambini!

Leave a reply