I primi passi di un bambino
16 aprile 2019  //  BENESSERE, Curiosità  //  Nessun Commento   //   151 Views

Quando un neonato inizia a camminare

Ogni bambino segue i propri ritmi, anche quando comincia a muovere i primi passi. È importante quindi non fare confronti con i coetanei, ma accompagnarlo gradualmente in ogni tappa della sua crescita. Sono infatti molti i genitori che, talvolta in preda a dubbi o all’ansia, si domandano quando un neonato inizia a camminare. Ma è essenziale, per prima cosa, che il piccolo riesca a mettersi in piedi correttamente, restando da solo in equilibrio. Solo in un secondo momento lo si potrà quindi incoraggiare a staccarsi dal sostegno.

 

Le diverse fasi di crescita

Dunque, quando un neonato inizia a camminare? In linea di massima un bambino comincia a mantenersi in posizione seduta senza barcollare intorno ai 9 mesi di vita. Tra i 9 e i 10 mesi inizia a gattonare, muovendosi a carponi. Quest’ultima fase non è comunque obbligatoria e talvolta i primi passi vengono mossi direttamente già intorno ai 10 mesi. Quasi tutti i piccoli, raggiunti gli 11 mesi, riescono ad alzarsi in piedi anche partendo dalla posizione sdraiata, aggrappandosi a qualsiasi appiglio intorno a loro.

Come aiutare il bambino

Ma come aiutare i bimbi in questa fase così delicata? La prima regola da tenere a mente è che il bambino fa ciò che si sente di fare e non va quindi forzato. Quando un neonato inizia a camminare deve essere libero anche eventualmente di sbagliare, di cadere e di rialzarsi, sempre sotto l’occhio vigile dei genitori. Il compito di mamma e papà è solo quello di incoraggiarlo e di complimentarsi con lui per i traguardi raggiunti.

> Scopri come sviluppare le potenzialità del bambino con il triangolo di Pikler

Non appena il bambino comincia a spostarsi da solo, occorre riorganizzare gli spazi in casa, eliminando dalla sua altezza tutti gli oggetti fragili o pericolosi e liberando i passaggi lungo il percorso. Anche il tipo di calzatura è importante quando un neonato inizia a camminare. Per i primi passi in casa il piccolo può tranquillamente muoversi a piedi nudi o con calze antiscivolo. Per l’esterno meglio optare per scarpe alte, con un modesto plantare e flessibili, dalla punta al tacco.

Leave a reply