Rapporto tra dolore cervicale e sistema visivo
31 Marzo 2020  //  BENESSERE, Benessere vista  //  Nessun Commento   //   146 Views

Un legame da indagare con attenzione

La cervicalgia è un dolore muscolare che colpisce il collo e le zone limitrofe, dalla base del capo alle spalle; il disturbo non tocca solo i muscoli, ma anche le vertebre e i nervi, causando spesso altri fastidi come nausea, capogiri, vertigini ed emicrania.

Data l’intensità del dolore, la cervicalgia viene trattata da specialisti, che spesso lavorano in équipe. Le cause del dolore cervicale, infatti, possono essere legate a diversi fattori, fra cui rientra anche il sistema visivo: il ruolo degli occhi, infatti, risulta centrale nella comparsa del problema.

Proviamo a capire insieme qual è il legame fra vista e cervicale e come possiamo intervenire per attenuare il disturbo.

Vista e cervicale: una connessione importante

La comparsa del dolore cervicale è spesso determinata da una postura scorretta, soprattutto nei casi di pazienti abituati a lavorare con videoterminali: spesso le attività svolte al computer, infatti, portano il nostro corpo ad assumere delle posizioni scorrette e dannose per la schiena e il collo.

La vista in questo caso è fondamentale: capita spesso infatti che per facilitare i nostri occhi ci si protenda verso gli schermi, imponendo al nostro collo una posizione scomoda. Lo sforzo visivo, unito a quello cervicale, sarebbe perciò centrale nello sviluppo della cervicalgia.

Per chi ha un disturbo visivo, quindi, il rischio aumenta: stare molte ore al PC o sui libri comporta un grande impegno per gli occhi e spesso, colmando le diottrie mancanti, si muove il collo in maniera innaturale. Una postura adeguata è il principale antidoto al dolore cervicale, ma va raggiunta anche dopo visite specialistiche agli occhi.

> Scopri i motivi che portano a un calo della vista

Per risolvere il problema occorre l’aiuto di oculista e posturologo

Al dolore cervicale possono influire anche lo stress, il freddo, ernie o colpi di frusta, quindi prima di agire sugli occhi è necessario rivolgersi a un posturologo, che attraverso test specifici potrà identificare la causa reale della cervicalgia.

Una volta accertato il nesso fra cervicale e vista, sarà lui ad indirizzare i pazienti verso oculisti e optometristi, per visite specialistiche e per capire come agire caso per caso: ogni occhio ha infatti le sua peculiarità e solo il consulto di un esperto può creare l’occhiale perfetto per ciascuno.

Le lenti più indicate per la correzione posturale sono quelle prismatiche, che nel tempo permettono di allineare i muscoli degli occhi, riportando i pazienti ad una posizione corretta.

 

Leave a reply