Quando un neonato inizia a stare seduto da solo
30 Luglio 2019  //  Consigli di Benessere, Curiosità  //  Nessun Commento   //   295 Views

Non c’è fretta

I genitori saranno sempre molto fieri dei progressi del proprio figlio. Questo però non deve portare a bruciare le tappe. Ogni neonato ha i suoi tempi per quanto riguarda l’emissione dei primi versi o lo sviluppo delle capacità motorie. Una delle domande che mamma e papà si fanno di più nei primi mesi è indirizzata a capire quando un neonato inizia a stare seduto da solo.

Un’azione non scontata

Quello che per tanti adulti può risultare un’azione semplice e scontata – stare seduti – per un bimbo piccolo non lo è. La capacità di sorreggere la testa e mantenere la posizione seduta è infatti un obiettivo importante ed uno step fondamentale che precede un’altra serie di cambiamenti, come il passaggio da un’alimentazione esclusivamente liquida a un’alimentazione solida.

> Scopri anche quando un neonato inizia a camminare!

L’abilità di stare seduto si sviluppa infatti tra i quattro e i sette mesi, ed è di solito una conquista che arriva per step progressivi ed in modo spontaneo. Ovviamente i tempi di ogni pargolo possono cambiare perché ogni neonato ha i propri tempi di crescita.

Dunque, quando un neonato inizia a stare seduto da solo? Il momento viene anche determinato dallo sviluppo muscolare di certe aree del corpo: i muscoli della schiena e del collo devono essere infatti sufficientemente robusti per poter sostenere il peso della testa e poter iniziare a controllare i movimenti della colonna vertebrale.

Come aiutarlo

Se all’inizio il bimbo userà molto le mani per evitare di cadere e non sarà in grado di cambiare posizione da solo, col passare dei mesi riuscirà a sedersi in maniera sempre più autonoma. Quello che i genitori devono fare è proteggere il bambino nei sui primi tentativi di mettersi seduto, magari anche aiutandolo, ma mai forzandolo. Nella prima fase si può, per esempio, circondarlo di cuscini per ammorbidire le sue cadute.

Altri interventi di mamma e papà possono comprendere il posizionamento del piccolo a pancia in giù sul lettone o l’utilizzo delle cosiddette palestrine, che permettono al bimbo di fare ginnastica giocando. Un’altra idea è spostare di qualche centimetro i giochi con cui il piccolo sta armeggiando: sarà così spronato a fare qualche movimento in più.

Determinare quando un neonato inizia a stare seduto da solo non è quindi una scienza esatta, ma si possono mettere in campo delle azioni per stimolarlo, sempre senza esagerare.

Leave a reply