L’influenza della vista sulla postura
12 Maggio 2020  //  BENESSERE, Benessere vista  //  Nessun Commento   //   104 Views

La vista è un senso di grande importanza nel nostro organismo, non solo per quelle che sono le sue funzioni primarie, ma anche per i diversi legami che la legano a più parti del corpo, in particolare al sistema nervoso.

Una connessione importante per il benessere, ad esempio, è quella fra vista e postura: fra i molti i fattori che possono influire sul deterioramento o sul cambiamento di quest’ultima, infatti, ci sono anche alcune alterazioni del sistema visivo, che possono in particolare portare alla manifestazione di vertigini.

Se in genere questo disturbo dell’equilibrio si collega al sistema uditivo, anche gli occhi possono esserne fra le cause e non sono poche le persone che lamentano vertigini, nausea e cefalea proprio a causa di problemi di vista. In presenza di questa problematica, si parla di GSS, ovvero Gillialan See-Sickness Sindrome, dal nome del medico che scoprì la connessione fra sistema vestibolare, visivo e senso di verticalità.

Cerchiamo di definire quali sono i principali sintomi di questa sindrome e come è possibile alleviarli ed eliminarli, grazie all’aiuto di medici esperti.

GSS e sintomi: il segnali di un malfunzionamento fra vista e postura

Collegare il sistema visivo alle vertigini non sempre è facile, perché la tendenza è quelal di individuare prima la presenza di eventuali disturbi alle orecchie. Esistono tuttavia una serie di sintomi che possono far capire la natura ottica del problema e, nello stesso tempo, ne spiegano la motivazione:

  • manifestazione di nausea quando si cerca di leggere in auto, anche se ci si trova a percorrere un retilineo;
  • senso di vertigine in presenza di oggetti che ruotano;
  • sensibilità alla luce;
  • sensazione di instabilità in luoghi elevati;
  • nausea e cefalea al cinema, davanti agli schermi e durante la visione di scena che prevedono movimenti veloci;
  • senso di vertigine e nausea se si ruota il capo velocemente.

La GSS non è necessariamente connessa ad altri disturbi della vista, ma ha origine nella funzionalità del sistema oculare: in particolare, si manifesta quando le informazioni visive non raggiungono il cervello in concomitanza a quelle vestibolari e minano così l’equilibrio.

Come risolvere i disturbi al sistema posturale e visivo

Per diagnosticare la GSS è necessario svolgere un esame visivo funzionale, perché la sola misurazione della vista non è indicativa della presenza di questo disturbo. Per comprenderne meglio la natura è necessario ricordare che molto spesso, nel momento in cui i sintomi si manifestano, il corpo si trova in una posizione rilassata, mentre la vista deve cogliere di movimenti rapidi e complessi.
In genere, infatti, il sistema nervoso e quello vestibolare sono fra loro connessi e questo permette al senso di equilibrio di non alterarsi; tuttavia se si soffre di GSS questo non è possibile in ragione di malfuzionamento dei muscoli oculomotori o, ancora, di problematiche connesse alla postura e al tratto cervicale: non è infatti detto che l’origine del disturbo posturale sia da trovarsi necessariamente nella vista, anzi i due sistemi si possono influenzare a vicenda.

I sintomi della GSS possono essere ridotti o eliminati grazie alla rieducazione visiva, secondo quanto studiato dallo stello Gillilan: quest’ultima va valutata paziente per paziente, dopo appositi test e in base all’intensità del problema. È bene quindi, in presenza dei sintomi elencati, rivolgersi al proprio medico di base ed iniziare un percorso specifico con medici esperti nel disturbo.

>Scopri il rapporto fra vista e dolore cervicale

Leave a reply